Qual è la canzone più rilassante secondo la scienza?

Rilassamento

Tutti noi abbiamo da sempre la percezione che la musica sia in grado di cambiare il nostro umore, portandolo in una direzione o in un’altra (vedi in proposito questo mio altro articolo).

E certo non è un caso che un linguaggio universale come la musica sia al centro dell’attività dei terapisti del suono che lavorano con i propri clienti proprio utilizzando il suono come strumento.

Il Dr. David Lewis del Mindlab Institute dell’Università del Sussex in Inghilterra, è andato ad indagare quale potesse essere la musica che maggiormente riduceva l’ansia negli ascoltatori. Come psicologo clinico si occupa da molti anni di ansia, pertanto il tema era per lui (e anche per noi) di sicuro interesse.

La ricerca ha permesso di trovare una canzone in grado, secondo le risultanze dello studio, di ridurre l’ansia generale nei soggetti sottoposti al test del 65%.

Si tratta di numeri impressionanti, che danno il chiaro segno di come la musica possa avere davvero effetti potenti sulla mente umana (e anche sul corpo).

Il Dr. Lewis dichiara infatti che “la musica lavora ad un livello molto basso nel cervello, stimolando non solo le regioni responsabili dell’elaborazione del suono, ma anche altre associate con le emozioni”.

A questo punto sarai curioso di sapere qual è questa canzone…

Si tratta del brano “Weightless” dei Marconi Union, band di Manchester che ha sviluppato il pezzo con il supporto di terapisti del suono proprio con l’obiettivo di creare la canzone più rilassante di sempre (e a questo punto possiamo dire che ce l’hanno fatta).

Il ritmo della canzone parte a 60 battute al minuto per arrivare gradualmente a 50 e durante l’ascolto il cuore via via rallenta il ritmo di pulsazione per allinearsi alla musica e la pressione arteriosa diminuisce. La canzone dura otto minuti e questo è un fattore cruciale perché servono almeno 5 minuti prima che il fenomeno appena descritto possa innescarsi.

Si tratta insomma di un modo assolutamente da provare per sperimentare un nuovo livello di rilassamento.

Puoi ascoltare il brano dei Marconi Union da qui, oppure utilizzare il link in basso per ascoltare la versione lunga di 10 ore del brano (dovrebbero bastare… 😉 ).

Buon ascolto e… buon rilassamento.

PS: come suggerisce il Dr. Lewis, per motivi decisamente comprensibili, è meglio evitare di ascoltare il brano durante la guida

 

Weightless (versione 10 ore) – https://www.youtube.com/watch?v=qYnA9wWFHLI

6 commenti su “Qual è la canzone più rilassante secondo la scienza?

  1. Ciao! Forse in quanto musicista sono prevenuta, ma, non avendo il brano una linea melodica definita, a me risulta piuttosto monotono e dopo un po’ noioso…..
    Devo aggiungere però che di mio non sono particolarmente stressata, quindi la cosa forse non funziona. 🙂

    1. Ciao Silvana, capisco la tua perplessità da musicista… 🙂

      La mancanza di una linea melodica definita è una scelta strutturale in questo pezzo. Infatti il cervello dopo qualche minuto può “staccare”, mentre se avesse chiaro cosa sta per “succedere” starebbe in allerta.

      Quindi il brano non vincerà magari un Grammy, ma raggiunge lo scopo prefissato (ridurre l’ansia). Naturalmente chi non ha nessuna ansia nel momento in cui ascolta, magari preferirà orientarsi su altra musica… 😉

    1. Buonasera Grazia, il linguaggio universale della musica fornisce spunti davvero importanti. 😉
      Grazie del messaggio e chissà che nasca un’occasione per un nuovo percorso formativo sull’apprendimento a Spilimbergo dopo quelli fatti sulle Mappe Mentali e le tecniche di memoria. Sarebbe davvero bello!
      Buona serata e a presto!

    1. Ciao Andrea!

      Non ho trovato conferme sull’uso dell’accordatura aurea a 432 hz in questo brano.

      Hanno usato un insieme di tecniche studiate in collaborazione con la British Academy of Sound Therapy.

      Il risultato secondo me c’è. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.