Come memorizzare i nomi delle persone

Qual è la parola cui tutti siamo più affezionati?

Senza dubbio il nostro nome.

Ecco perché è importante conoscere e utilizzare il nome delle persone che incontriamo (su questo punto vedi il mio articolo nella sezione Comunicazione che trovi a questo link).

Quindi i nomi delle persone sono molto importanti, ma spesso facciamo fatica a ricordarli.

Come possiamo fare per memorizzarli facilmente?

Vediamolo subito con una premessa: essendo una tecnica di memoria, ci baseremo come di consueto sull’utilizzo di immagini paradossali, ossia quelle immagini che più facilmente si riescono a ricordare.

Cominciamo.

La prima cosa da fare è ascoltare con attenzione il nome della persona che incontriamo (cosa che spesso non accade perché siamo concentrati sul fare bella figura…). Se non lo capiamo possiamo chiedere all’interlocutore di ripetercelo, non si offenderà, anzi, la accoglierà come manifestazione di interesse nei suoi confronti.

Secondo: scegliamo un dettaglio “stabile” della persona che ci faccia da ancoraggio. Si tratta qui di selezionare un aspetto del viso, della corporatura, su cui cade facilmente la nostra attenzione. Ad esempio un naso sottile, un neo vicino alla bocca, un’altezza insolita (come nel mio caso 🙂 ), ecc. Per “stabile” intendo che sia permanente nella persona, non quindi acconciature, colore dello smalto, accessori di abbigliamento e simili.

Terzo: troviamo un’immagine che rappresenti il nome. Si tratta qui di scegliere una parola concreta che richiami il nome in questione. Ad esempio carro per Carlo, salvia per Silvia e così via. Da questa parola dovremo ricavare l’immagine (bizzarra, insolita, divertente). Possiamo tenere la stessa immagine per maschile e femminile del nome (es. Stefano/Stefania).

Quarto: creare una scenetta che raffiguri l’immagine che abbiamo scelto per il nome che fa qualcosa nel luogo che abbiamo scelto al punto 2. Ad esempio un carro con le ruote quadrate (per renderlo bizzarro) che cigolando passa lungo il naso della persona (se questo è il dettaglio che abbiamo scelto).

Fatta la scenetta, rivediamola mentalmente e utilizziamo subito il nome della persona nelle prime frasi che scambiamo.

Ecco fatto. 🙂

Se all’inizio ti sembra complicato, esercitati 5-6 volte e vedrai come comincerai subito a diventare sempre più rapido nell’applicazione.

Riepilogando:

  1. Ascolta con attenzione il nome
  2. Scegli un dettaglio stabile relativo alla persona
  3. Trova un’immagine per il nome
  4. Crea una scena associando dettaglio e immagine rappresentativa del nome.

E se hai qualche immagine particolarmente divertente che ti viene in mente legata ai nomi, condividila nei commenti qui sotto, così potrà essere d’ispirazione anche per altri utenti.

Comincio io (nessuno si offenda, sono giochi mentali per ricordare 🙂 ):

Antonio/a > tonno

Fabrizio/a > fabbro

Rino/a > rinoceronte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.